dottoressaangelicagianabiologanutrizionistalogo

+39 347 9254274

info@passionenutrizione.it

dottoressaangelicagianabiologanutrizionistalogobianco

Contacts

Explore


facebook
instagram

"I transformed my Passion for Nutrition and Wellness into my work and I decided to teach people the art of healthy and conscious eating, without sacrifices but with balance and taste"

Crema (CR) | Cromona (CR) 

Pontevico (BS)

Crema (CR) | Cromona (CR) 

Pontevico (BS)

SINDROME DEL COLON IRRITABILE: conosciamo insieme i FODMAP

08-09-2021 12:00

Dott.ssa Angelica Giana

Benessere intestinale, Dieta e patologie, Approfondimenti scientifici, Colon Irritabile,

SINDROME DEL COLON IRRITABILE: conosciamo insieme i FODMAP

La sindrome del colon irritabile, detta Irritable Bowel Syndrome (IBS), è un disturbo funzionale cronico, spesso invadente, caratterizzato da dolore addominale

sindromedelcolonirritabile-conosciamoinsiemeifodmap-1636464867.png

La sindrome del colon irritabile, detta Irritable Bowel Syndrome (IBS), è un disturbo funzionale cronico, spesso invadente, caratterizzato da dolore addominale e disordini nella motilità intestinale. Spesso la sintomatologia dell’IBS è associata all’ingestione di determinati alimenti; i sintomi più comuni includono:

- alterata motilità intestinale 

- fermentazione intestinale anormale e malassorbimento di zuccheri

- aumento della produzione di gas intestinale 

- distensione della parete addominale

Le diete di completa esclusione di determinati alimenti non portano buoni risultati a lungo termine e possono causare problemi di carenze nutrizionali.

Il protocollo studiato per alleviare i sintomi della sindrome del colon irritabile prevede una dieta a basso contenuto di FODMAP, acronimo che sta per Fermentable Oligosaccharides, Disaccharides, Monosacchaides and Polyols. I FODMAP sono carboidrati a corta catena, poco assorbibili e rapidamente fermentabili, che portano a un eccesso di gas intestinale con conseguente gonfiore e dolore addominale.  I FODMAP si trovano in un’ampia varietà di cibi, tra cui quelli che contengono lattosio, fruttosio in eccesso rispetto al glucosio, fruttani, galatto-oligosaccaridi e polioli (sorbitolo, maltitolo, xilitolo e mannitolo). 

Il protocollo prevede una forte limitazione di consumo di FODMAP per circa 6-8 settimane e la graduale reintroduzione dei cibi sotto il controllo dello specialista.
La tabella A riporta i cibi ricchi in FODMAP, da LIMITARE nelle prime 4 settimane di dieta, e i cibi con ridotto contenuto di FODMAP che possono essere consumati liberamente.

cibiadaltoecibiabassocontenutodifodmap-1632308676-1636465034.png

Tabella A: Cibi ad alto e cibi a basso contenuto di FODMAP (Fonte: “Low-FODMAP Diet for Treatment of Irritable Bowel Syndrome”, S. Magge and A. lembo, 2012).

Il protocollo nutrizionale viene redatto in modo personalizzato per ogni paziente, la fase di reintroduzione degli alimenti avviene sotto controllo dello specialista e con l’aiuto del Diario Alimentare dettagliato, in cui il paziente annota eventuali disturbi gastro-intestinali associati all’ingestione di particolari alimenti. 

L’obiettivo del percorso è il Benessere intestinale della persona e la rieducazione dell’intestino alla digestione di quasi tutti gli alimenti.

ONLINE Consulting

+39 347 9254274

+39 347 9254274


facebook
instagram

info@passionenutrizione.it

info@passionenutrizione.it

Dr. Angelica Giana VAT number 01721150199 Registered in section A of the National Order of Biologists with no. AA084028 | Website by Artensia.it​

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder